Quando scappai da Palermo negli anni Cinquanta in cerca di fortuna…


Dal 1953 sono fuggito da Palermo, letteralmente la parola esatta. Diplomato al liceo classico Vittorio Emanuele, con la frequenza alla facoltà di Giurisprudenza di Palermo, dopo aver bussato innumerevoli volte a varie porte, con la valigetta di cartone con 6 mila lire in tasca, vado a Milano, unica speranza allora per i giovani, ovviamente privi di altri sostegni economici; al sedicesimo giorno di vita vissuta come un barbone in una piccola locanda di via Padova, dopo 20 curricula inviati ricevo la prima proposta di lavoro. Dopo 2 anni sono il direttore commerciale di una multinazionale americana “Playtex”. Da Roma, dove risiedo come pensionato, seguo attraverso il mio Giornale di Sicilia le cronache del lavoro ed anche dei figli dei miei cugini che a Palermo risiedono. La situazione non è cambiata, anzi è peggiorata.
Nicolò Martino


LE ALTRE LETTERE SU QUESTO ARGOMENTO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati