Sicilia, 87 musei passeranno ai privati

Lo ha disposto l'assessore regionale ai Beni culturali Gaetano Armao. I primi ad essere ceduti saranno quelli del trapanese

Palermo. La gestione degli 87 principali beni monumentali dell’Isola, tra musei e siti archeologici, passerà ai privati. Lo ha deciso la Regione siciliana e si tratterà di un’amministrazione piena ed esclusiva, non limitata ai cosiddetti servizi aggiuntivi, come bookshop e biglietterie già sperimentati con scarsa fortuna. Il primo bando che verrà pubblicato è quello che assegnerà la gestione dell’intero pacchetto di beni culturali trapanesi. La Regione uscirà, dunque, dalla gestione diretta: “La filosofia è quella del partenariato tra pubblico e privato” ha spiegato l’assessore Gaetano Armao. Maggiori dettagli si possono leggere nell’edizione cartacea del Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati