Regionali, Tar Lazio respinge la richiesta del Pdl

Con un'ordinanza la seconda sezione bis ha respinto il ricorso del popolo delle libertà. Per i giudici è inapplicabile anche il decreto legge salva liste

Roma. Il Tar del Lazio con un'ordinanza ha respinto la richiesta con la quale il Pdl contestava la decisione della Corte d'Appello di escludere la lista di Roma dalle elezioni regionali. I giudici della seconda sezione bis, presieduti da Eduardo Pugliese, nell'ordinanza con la quale hanno respinto la richiesta di sospensiva da parte del Pdl, hanno considerato che "non c'é certezza né prova che il delegato del Pdl all'atto della presentazione della lista avesse con sé tutta la documentazione". Ma non è tutto: Per i giudici amministrativi del Lazio il decreto legge 'salva liste' non "può trovare applicazione
perché la Regione Lazio ha dettato proprie disposizioni in tema elettorale esercitando le competenze date dalla Costituzione".  "A seguito dell'esercizio della potestà legislativa regionale la potestà statale non può trovare applicazione nel presente giudizio", concludono i giudici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati