Del Piero, voglia di mondiale e di Europa

Il capitano bianconero prepara un grande finale di stagione. "Sto ancora inseguendo il sogno del Sudafrica"

Torino. Alessandro Del Piero vuole il Mondiale e assicura: "Sto ancora inseguendo il sogno del Sudafrica". Ma anche Iaquinta, con probabilità azzurre molto più concrete del compagno di squadra, prepara il gran rientro (sia pure part time) a Firenze sabato.
Sono le due novità più liete per Alberto Zaccheroni, dopo la batosta con il Palermo: adesso non resta che vincere, soprattutto con le dirette concorrenti e non ci saranno più chances di riserva. Il capitano bianconero, ai microfoni di Sky, si rifà a un'atleta di altro sport (e non è la prima volta) per regalare una battuta che la dice lunga sulle sue intenzioni: "Se la Porcellato (atletica leggera e sci di fondo alle Paralimpiadi) insegue un mondiale a 39 anni, chissà quanto povrò faticare ancora per poter arrivare a quelli del 2014...". La strada che si propone Alex per convincere Lippi è la solita: a suon di gol e di prestazioni, cosa che gli è riuscita solo a fasi alternate, nell'ultimo periodo juventino.
Zaccheroni gongola e, soprattutto, ritrovando un attaccante fondamentale come Iaquinta, conta di riformare una coppia in grado di portare la Juve in alto, con Diego terzo beneficiario, perché gli assist del brasiliano potrebbero trovare nella punta calabrese il terminale ideale. Uno dei crucci più grandi del tecnico è la indisponibilità di Caceres, che si è rivelato e sarebbe molto prezioso in tutti e tre gli schemi adottati dall'attuale tecnico. Ma quando non c'é un incidente muscolare o traumatico, ci pensa la pubalgia a minare l'umore dello spogliatoio bianconero. Il fatto è che non ci sono sostituti, perché l'ultimo Grygera si è rivelato disastroso e inadeguato e Zebina è stato provato giusto il tempo per capire che con lui il rischio è troppo grande (vedi Amsterdam). Ma non c'è neppure Salihamidzic, ruota non troppo di scorta, anche lui all'ennesimo infortunio, come Camoranesi.
Ieri è arrivata intanto la secca precisazione di Roberto Bettega su Felipe Melo, oggetto del desiderio di Wenger all'Arsenal: "Non è sul mercato", dichiara Bobby gol. Si tratta probabilmente di una mossa tattica, perché ai bianconeri piace molto il portoghese Veloso e se l'Arsenal monetizzerà in modo congruo, l'affare si farà. I presupposti sono buoni, perché Wenger aveva già chiesto l'anno scorso Melo alla Fiorentina, offrendo soldi più Eboué, ma poi arrivò il blitz della Juventus che pagò in contanti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati