Catania, sequestrati 2.600 puntatori laser

Catania. Duemilaseicentoventitré puntatori laser di genere proibito di fabbricazione cinese sono stati sequestrati dalla polizia durante una vasta operazione a Catania e in provincia. Quattordici - 11 cinesi, due originari del Bangladesh e un italiano - i denunciati, tra commercianti e venditori ambulanti. Sono accusati di aver messo in commercio le apparecchiature di genere proibito, frode commerciale e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. I prodotti sequestrati avevano il marchio CE, acronimo di China export. Nell'operazione sono stati impegnati i poliziotti dei commissariati di Centrale Nesima Borgo Ognina, a Catania, e di Adrano. Tra le apparecchiature sequestrate alcune avevano una funzione "shock",destinata a produrre una fastidiosa scarica elettrica anch'essa nociva per la salute. Tutto il materiale sequestrato sarà distrutto perché pericoloso per la salute.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati