Fragalà, rilasciato il sospettato: ha un alibi

L'esperto di arti marziali, ex buttafuori in una sala bingo e ora impiegato in un negozio di profumi, è tornato a casa dopo essere stato interrogato. E intanto i boss dalle carceri: "Noi non c'entriamo"

Palermo. Il sospettato dell'omicidio di Enzo Fragalà è stato rilasciato: avrebbe un alibi. Convocato in caserma 24 ore dopo la selvaggia aggressione, è stato interrogato e poi lasciato andare a casa. Il primo indagato per l'assassinio del legale palermitano è un uomo di 50 anni, ex buttafuori in una sala bingo ora impiegato nel negozio di profumi della sua compagna. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato due caschi da motocliclista, un giubotto e sopratutto un bastone di rattan, compatibile con l'arma usata dal killer e trovato durante la perquisizion, che adesso è all'esame del Ris. Intanto i boss dalle carceri fanno sapere: "Noi non c'entriamo". Ulteriori approfondimenti sull'edizione cartacea del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati