Fiat, Gales: "Termini non ci interessa"

Lo ha detto al Salone di Ginevra il direttore generale dei marchi Peugeot e Citroen aggiungendo che "dal punto di vista logistico la città non è certo ottima per noi. Abbiamo altri problemi a cui pensare"

Termini Imerese. "Termini Imerese non ci interessa. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è una nuova fabbrica. Tutti i costruttori oggi hanno un problema di sovracapacità, soprattutto in Europa. Se vorremo fare una macchina elettrica in Europa troveremo una fabbrica dove farla". Lo ha detto al Salone di Ginevra il direttore generale dei marchi Peugeot e Citroen Jean-Marc Gales aggiungendo che "Termini Imerese dal punto di vista logistico non è certo ottima. Oggi prima di costruire un nuovo stabilimento bisogna stare molto attenti, innanzi tutto a che abbia un senso e poi ad essere vicini ai mercati dove si vende. Perché fabbriche di auto in vendita ce ne sono tante".  Comunque, secondo Gales, "per non chiudere Termini Imerese e salvaguardare gli occupati l'idea di farne un polo per l'auto elettrica potrebbe essere una soluzione. Ma se non sarà un polo per la Fiat chi rimane? Forse indiani e cinesi potrebbero essere interessati perché hanno bisogno di una base in Europa"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati