Gela, legale svela: "Io nel mirino del boss"

Sarebbe l'avvocato Danilo Tipo, noto penalista nisseno, il destinatario delle minacce di Francesco Vella, presunto mafioso gelese

Gela. Sarebbe l'avvocato Danilo Tipo, noto penalista nisseno, il destinatario delle minacce di Francesco Vella, presunto mafioso gelese. A rivelare un piano per uccidere il legale è stato alcuni giorni fa il pentito Crocifisso Smorta, anch'egli di Gela. Il collaboratore di giustizia parlò di una vendetta ordita nei confronti del legale da parte di Vella con cui nella primavera scorsa fu rinchiuso nella stessa cella. "Ho difeso Vella fino a 4 anni fa - dice Tipo -. In un processo, durante un'udienza, a una mia domanda replicò assai infastidito. Sentii di rinunciare al mandato, perché ritenevo che il suo atteggiamento non avrebbe consentito di difendere positivamente la sua posizione davanti al tribunale che aveva assistito a quella scena. Da allora, Vella non ha più avuto un atteggiamento benevolo nei miei riguardi". "Non mi aspettavo una reazione del genere, comunque è una dichiarazione da verificare. Resta, però - aggiunge il legale - il fatto che rischiamo a svolgere correttamente questa professione. L'omicidio di Enzo Fragalà ce lo dimostra, ma la gente spesso  non conosce i rischi a cui noi avvocati siamo esposti".  Solidarietà nei confronti di Tipo è stata espressa dal deputato nisseno del Pdl, Alessandro Pagano: "Ciò che più inquieta in questa circostanza, e che rende necessarie profonde riflessioni e azioni di concreto sostegno, è il fatto che si tratti dell'ennesimo professionista nel mirino dei malviventi"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati