Sciacca, il premio "Orazio Capurro" ad un ex infermiere

A ricevere il riconoscimento Giulio Fedeli, che si è distinto per il sostegno e l'assistenza prestati ai malati oncologici

Sciacca. Domenica 28 febbraio è stato consegnato a Giulio Fedeli, infermiere ormai in pensione, il premio solidarietà “Orazio Capurro”. Il riconoscimento, istituito dalla Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), celebra la memoria del giovane medico Capurro, scomparso precocemente due anni fa, a causa di un incidente con la moto. Il presidente dell'associazione, Franco Verderame, ha consegnato il premio, che consiste in un assegno di mille euro ed un piatto in ceramica, a Giulio Fedeli “per la sua disponibilità, professionalità, sensibilità ed abnegazione nei confronti dei malati oncologici a cui ha sempre prestato amabile sostegno e competente assistenza”. “Il riconoscimento ha lo scopo di coinvolgere la società affinché ci sia un maggiore sensibilità nei confronti dei malati oncologici – afferma Franco Verderame, durante la cerimonia di consegna del premio –. Il signor Giulio Fedeli si è distinto nel corso della sua vita per il suo alto livello morale, prestando sostegno a coloro che necessitano di cure fisiche e, più di ogni altra cosa, morali”. Alla proclamazione, che si è tenuta nel salone della chiesa Maria Vergine del Loreto, subito dopo la celebrazione della santa messa, hanno partecipato i parenti di Orazio Capurro e molti ragazzi che, commossi, hanno ricordato il giovane medico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati