Licata, pestato dai parenti della fidanzata lasciata: tre arresti

Il ventenne, vittima dell'aggressione, ha riportato la frattura del setto nasale ed altre lesioni. In cella due braccianti agricoli e una casalinga

Licata. Lascia la fidanzata e viene picchiato a sangue da alcuni familiari della ragazza. I carabinieri, per tentativo di omicidio aggravato in concorso e porto illegale di armi, hanno arrestato tre persone di Licata.
Si tratta di due braccianti agricoli, di 54 e 27 anni, e di una casalinga di 49 anni che hanno organizzato una spedizione punitiva nei confronti del ventenne che aveva interrotto la relazione sentimentale con la loro congiunta.
Il ventenne, vittima del pestaggio, ha riportato la frattura del setto nasale ed altre lesioni ed è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata.
I carabinieri hanno sequestrato una grossa mazza di metallo che gli aggressori si erano procurati per compiere il raid punitivo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati