L’Arpa: sostanze chimiche nel torrente Celona

Il corso d’acqua si trova vicino alla discarica di Bellolampo di Palermo. L'inchiesta, a carico di 13 persone, tra cui l'ex commissario dell'Amia, Gaetano Lo Cicero, prosegue con l'analisi dei pozzi della zona

Sicilia, Cronaca

Palermo. Alluminio, rame, ammoniaca, metalli vari e altri elementi chimici: sono le sostanze trovate nel torrente Celona, a due passi dalla discarica di Bellolampo, a Palermo, dai tecnici dell'Arpa (Agenzia regionale protezione ambiente), incaricati dalla Procura delle analisi delle acque. Gli accertamenti, depositati oggi insieme ad altri esami, sono stati disposti nell'ambito dell'inchiesta per disastro ambientale aperta, dal pm Gery Ferarra, dopo la scoperta di un vero e proprio lago di percolato.
Secondo i tecnici, la presenza dei metalli e delle sostanze chimiche, tutte presenti nel percolato, proverebbe l'inquinamento del torrente. Le tracce sono più concentrate proprio nei pressi della discarica per diminuire a valle.
L'inchiesta, a carico di 13 persone, tra le quali l'ex commissario liquidatore dell'Amia, società che gestisce la discarica, Gaetano Lo Cicero, prosegue ora con l'analisi dei pozzi della zona - i consulenti hanno scoperto che alcuni sarebbero stati chiusi - e sull'intero panorama acquifero dell'area.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati