New York riscopre il grigio

Accusato di essere triste, di incupire e di non essere particolarmente donante, al contrario, nelle sue diverse tonalità - dal fumo di Londra al perla, dall’antracite all’argento - riesce ad abbinarsi a tutto ed è molto elegante

Il colore più “maltrattato” degli ultimi anni dal mondo della moda è pronto a riprendersi la sua rivincita. Il grigio, dopo alcune stagioni, torna in scena riconquistando il suo fondamentale ruolo di colore passepartout, preparandosi così a sfidare l’immancabile nero per contendergli il primo posto in graduatoria.
È questa la tendenza emersa nella passerelle della settimana della moda che si è da poco conclusa a New York.
Sfoghiamoci, dunque, con l’estate perché per la prossima stagione gli stilisti, almeno quelli americani, ci vogliono serie e sobrie.
Accusato di essere triste, di incupire e di non essere particolarmente donante, il grigio, al contrario, nelle sue diverse tonalità - dal fumo di Londra al perla, dall’antracite all’argento - riesce ad abbinarsi a tutto ed è molto elegante. È infinitamente versatile e possiede una grande  classe.
Secondo la cromoterapia questo colore simboleggia la saggezza, l’intelligenza, la serietà, la solidità, la pulizia e la modernità, ma anche riservatezza e  desiderio di evitare conflitti. È un colore discreto e metropolitano. Perfetto sia per il giorno che per la sera: per una donna raffinata e sicura di sé.
La moda, con questa scelta, torna al rigore e alla classe. D'altronde, dopo una moda fatta di eccessi e di colori accesi, era prevedibile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati