Estorsioni nel Brindisino, arrestato boss della Sacra Corona Unita

Brindisi. Gli agenti della squadra mobile di Brindisi e del commissariato di polizia di Mesagne hanno arrestato un pregiudicato che fu uno dei capi dell'organizzazione mafiosa Sacra Corona Unita. Si tratta di Massimo Pasimeni, chiamato 'Piccolo dente', che è stato arrestato per estorsione aggravata, per aver taglieggiato commercianti, e per associazione per delinquere di stampo mafioso. Sono finiti in carcere anche sua moglie, Gioconda Giannuzzo, e altre due persone, tutte accusate di aver utilizzato denaro e beni di provenienza illecita.
'Piccolo dente' era stato scarcerato nel 2006 per effetto dell'indulto ma era tornato in carcere nel febbraio del 2008 per effetto di una sentenza della Corte di appello di Brindisi con la quale Pasimeni era stato condannato all'ergastolo per l'omicidio di Giovanni Goffredo e di Benito Nisi. Nel luglio del 2008, però, fu scarcerato nuovamente per scadenza dei termini di custodia cautelare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati