Caso Mills, la Cassazione: "Reato prescritto"

Annullata la sentenza di condanna a quattro anni e mezzo per corruzione in atti giudiziari con Berlusconi che gli era stata inflitta a Milano

Milano. Il reato di corruzione in atti giudiziari contestato all' avvocato David Mills è prescritto. Lo hanno deciso le Sezioni Unite della Cassazione. Il legale dovrà  risarcire 250 mila euro a Palazzo Chigi per danno di immagine. "Siamo soddisfatti: è comunque, e in ogni caso, una decisione che riforma il verdetto emesso dalla Corte di appello di Milano. Mills aveva una condanna per una pena non trascurabile e dunque non possiamo che essere
soddisfattì. Lo hanno dichiarato i legali di David Mills, avvocati Alessio Lanzi e Federico Cecconi. "Adesso bisognerà aspettare la lettura delle motivazioni perché potrebbero rivelare una attenuazione della responsabilità di Mills come teste reticente" hanno aggiunto gli avvocati.Dopodomani, sabato, riprenderà a Milano, in tribunale, il processo 'gemello' nel quale è imputato Silvio Berlusconi sempre in relazione alla falsa testimonianza resa da Mills nei processi All Iberian e tangenti alla guardia di Finanza. Mills ha in corso, sempre a Milano, un procedimento insieme a Frank Agrama per i diritti televisivi 'gonfiati' della Fininvest.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati