Amministrative in Sicilia, 38 comuni al voto il 30 maggio

Unico capoluogo di provincia che andrà alle urne è Enna. Nel Palermitano interessati anche Carini, Misilmeri e Trabia

Palermo. La giunta di Governo della Regione siciliana riunita sotto la Presidenza di Raffaele Lombardo ha indetto le elezioni amministrative nell'isola per il 30 e 31 maggio prossimi. Sono 38 i comuni al voto nelle giornate di domenica e lunedì.
Su proposta dell'assessore per le Autonomie locali, Caterina Chinnici l'eventuale ballottaggio per le elezioni amministrative è stato fissato al 13 e 14 giugno. Interessati alla tornata elettorale della primavera 2010 sono, al momento, 38 Comuni, più la circoscrizione di Portella di Mare di Misilmeri. Unico capoluogo di provincia che andrà alle urne è Enna, mentre in provincia di Siracusa non si voterà. Oltre che nei Comuni il cui rinnovo degli organi amministrativi era già fissato per scadenza naturale, si voterà anche a Ribera e Mussomeli (dove i sindaci sono stati sfiduciati), a Gela (a causa delle dimissioni del sindaco), a Giardini Naxos (elezioni annullate con sentenza del Cga del 2009) e a Siculiana (comune sciolto nel 2008 per infiltrazioni mafiose).
Nella tornata elettorale potrebbero essere inclusi anche quei Comuni nei quali i ricorsi contro le elezioni sono ancora pendenti, se la definizione dei procedimenti avverrà entro la data di indizione dei comizi elettorali. È il caso di Agira, in provincia di Enna e Caltavuturo, in provincia di Palermo.
Saranno ricompresi nell'elenco, ovviamente, anche tutti quei Comuni nei quali gli organi amministrativi dovessero cessare dalla carica anticipatamente e la cui definizione dei provvedimenti dovesse avvenire entro il 55° giorno antecedente la data fissata per le elezioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati