Palermo, svuotati 14 estintori nell'istituto Pareto

E' il terzo attacco vandalico ai danni della scuola di via Brigata Verona. E' successo intorno alle 23 di lunedì sera e i sospetti ricadono sugli alunni

Palermo. Con una media di un attacco al mese, questa notte si è consumata l’ultima incursione vandalica ai danni dell’Istituto tecnico commerciale Pareto di via Brigata Verona, a Palermo. Quattordici estintori sono stati completamente svuotati intorno alle 23 di lunedì sera, rendendo impraticabile l’edificio che rimarrà chiuso oggi e domani per i lavori di pulizia. La notizia è stata data questa mattina nel corso della trasmissione "Ditelo a Rgs". “E’ il terzo attacco da dicembre ad ora, ne abbiamo subiti tre, uno ogni mese – spiega il dirigente scolastico Rosaria Irene Riccobono –. La scuola è al momento inservibile, perché i fumi che si sono sprigionati hanno invaso tutti gli 8 piani comunicanti  dell’edificio”. Non mancano però i sospetti sull’identità dei possibili vandali che hanno fatto irruzione al Pareto: “Temiamo – continua la preside – che possa essere stato qualcuno della scuola, perché all’esterno non è stato lasciato nessun segno di infrazione. Non è stata forzata alcuna porta o finestra, dunque è probabile che sia stato qualche alunno che al momento si trovava all'interno dell'edificio". Una tesi, questa, avvalorata dal fatto che nell’istituto sono organizzati dei corsi serali, destinati a lavoratori o disoccupati che hanno superato l’età dell’obbligo: “Le lezioni ieri sera - aggiunge il dirigente - si sono concluse poco prima delle 23 e vengono seguite da persone di età compresa tra i 16 e i 50 anni. Si tratta di lavoratori-studenti o anche disoccupati-studenti”.  Ulteriori approfondimenti si potranno trovare domani sull'edizione cartacea del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati