Geografia da buttare? L’80 per cento dei giovani dice no

Sondaggio del Centro turistico studentesco, su un campione di circa 500 persone tra i 18 e i 30 anni

Sicilia, Società

Roma. Geografia da buttare? Quasi l'80% dei giovani dice no. È questo il risultato di un sondaggio effettuato dal Cts, il Centro turistico studentesco e giovanile, su un campione di circa 500 persone tra i 18 e i 30 anni.
Il 79,6% degli utenti che hanno risposto alla domanda hanno espresso un no secco. L'instant poll è stato proposto dal Cts in seguito all'appello lanciato da Sgi Onlus (Società Geografica Italiana) e Aiig (Associazione Italiana degli Insegnanti di Geografia) all'indomani della riforma Gelmini della scuola. La mobilitazione dei giorni scorsi, che conta già oltre 28.500 adesioni (l'appello è su www.aiig.it), vuole far sì, spiegano al Cts, "che la 'Cenerentola' fra le materie, così come risulterebbe dalla nuova riforma, recuperi il suo ruolo didattico e la sua valenza formativa per i giovani studenti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati