Musica, la riconosciamo ad appena due giorni di vita

Lo ha dimostrato uno studio fatto su 18 neonati dai ricercatori dell'università Vita-Salute del San Raffaele di Milano. "I bambini distinguono presto note e stonature"

Milano. La musica è già 'scritta' nel cervello umano e, già a due giorni di vita, siamo in grado di riconoscere le note e persino di accorgerci delle stonature. Lo ha dimostrato una ricerca italiana pubblicata dalla rivista Pnas. Il team di ricercatori guidato da Daniela Perani dell'università Vita-Salute del San Raffaele di Milano ha monitorato diciotto bambini di due giorni di vita mentre ascoltavano musica, sottoponendoli a una risonanza magnetica funzionale, una tecnica che permette di vedere il cervello al lavoro. In questo modo hanno evidenziato risposte allo stimolo musicale come quelle degli adulti, cioé attivazioni di specifiche regioni dell'emisfero di destra. In più, hanno potuto notare che la reazione a una musica 'sbagliata', in cui erano state introdotte delle dissonanze era diversa da quella vista con l'ascolto di melodie 'giuste'. "Questo - concludono gli autori - dimostra che sin dai primi giorni di vita esiste nel nostro cervello una specializzazione musicale, capace di riconoscere la musica e le sue distorsioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati