Serie A, nessun big match ma tante domande

Si inizia alle 18 con Genoa- Udinese, questa sera l'Inter sfida la Sampdoria. Catania e Bari avversari di Roma e Milan, mentre il Bologna ospita la Juventus

Roma. Pochi big match ma tante sfide delicate in questa venticinquesima giornata di serie A. Spicca il posticipo di questa sera tra Inter e Sampdoria, partita che si preannuncia divertente e con tanti punti di domanda. Come stanno i nerazzurri a 5 giorni dalla fondamentale partita con il Chelsea in Champions League, tanto per cominciare. I blucerchiati di Del Neri (che in settimana ha mandato messaggi di amore a Mourinho) non sono esattamente l'avversario ideale in questo momento, sia perchè vengono da una serie di ottimi risultati (quattro vittorie consecutive, e senza Cassano) sia perchè sono comunque ostici da battere. Non per niente all'andata l'Inter a Marassi uscì sconfitta. Il primo anticipo vedrà di fronte Genoa e Udinese: tutte e due devono vincere, ma i friulani, un punto sopra il terz'ultimo posto, un pò di più.

Le due inseguitrici della capolista, Roma e Milan, giocano anche loro con due squadre discretamente in forma come Catania e Bari. I giallorossi, dopo la sconfitta di Atene in Europa League, vogliono riprendere il cammino senza intoppi ma gli uomini di Mihajlovic, aggueriti come non mai, non saranno facili da battere. Anche perchè quel 7 a 0 inflitto dai capitolini agli etnei qualche anno fa brucia ancora in Sicilia. I rossoneri, con Leonardo visibilmente irritato dalle dichiarazioni del presidente Berlusconi (oggi in conferenza stampa ha detto "basta una sua parola e me ne vado senza problemi") a Bari rischiano, eccome: i pugliesi giocano sempre alla grande, mentre Ronaldinho a parte i milanesi non stanno di certo vivendo un momento esaltante, e la sconfitta contro il Manchester potrebbe lasciare degli strascichi psicologici niente male. Al San Nicola, domani sera alle 20.45, sarà dunque battaglia.

La Juventus, reduce da due vittorie consecutive, va in trasferta a Bologna, che senza l'ex Di Vaio infortunato perde il suo pezzo forte. Zaccheroni farà presumibilmente un pò di turnover, mandando Amauri e Sissoko in panchina (acciaccati) ma rispolverando l'antico tandem Del Piero - Trezeguet in avanti, con Diego di supporto. Il Napoli, altra pretendente alla Champions, va a Siena, ultima in classifica ma gasata dalla vittoria contro il Chievo: attenzione a sottovalutarla. Sentitissimo derby tutto toscano tra Fiorentina e Livorno, con i viola che vogliono riprendere il treno per il quarto posto in campionato, dimenticando la serata con il Bayern Monaco e l'arbitro Ovrebo. Completano il programma Atalanta - Chievo (sfida salvezza da tripla) e Cagliari - Parma, partita che i sardi possono anche perdere, ma che i ducali devono vincere a tutti i costi per non essere risucchiati in giri pericolosi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati