Palermo, quei parcheggi deserti o chiusi

Inaugurato e subito chiuso il multipiano del tribunale, altri tre sono inutilizzati

Palermo. Un parcheggio chiuso dal giorno della sua inaugurazione, altri tre regolarmente funzionanti ma poco utilizzati. Eccolo il bilancio della situazione dei parcheggi a Palermo. La situazione che fa più riflettere è quella di piazza Vittorio Emanuele Orlando, davanti al tribunale di Palermo, dove non è mai entrato in funzione il mega-posteggio multipiano inaugurato in pompa magna dopo un paio d’anni di lavoro e che ora non può entrare in funzione a causa della mancanza di alcuni documenti di agibilità. Un argomento del quale si è occupato ieri Ditelo a Rgs e il Camper del Giornale di Sicilia, che ha fatto tappa proprio in quella piazza. Una vicenda alla quale il Giornale di Sicilia in edicola questa mattina dedica un reportage, che testimonia anche la situazione di altre tre aree, perfettamente funzionanti, ma di fatto deserte: quella di viale Francia, di via Basile e di via Nina Siciliana.
Intanto il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha scritto ad Apcoa per sollecitare l'adempimento delle procedure necessarie a consentire l'apertura dello spazio. Cammarata ha convocato ieri gli assessori alle infrastrutture Mario Parlavecchio, alle attività produttive Felice Bruscia e al centro storico Maurizio Carta per verificare che tutto sia già definito.
"Vogliamo accelerare le procedure per aprire il parcheggio - dice Cammarata - abbiamo fatto la nostra parte e siamo certi che anche Apcoa abbia tutto l'interesse a rendere al più presto fruibile questa importantissima infrastruttura viaria. Verificherò che l'Apcoa acceleri al massimo i tempi per potere aprire al più presto il parcheggio al pubblico".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati