Scuola, 40 milioni per l’integrazione col territorio

L'iniziativa coinvolgerà 250 istituti primari e secondari di primo grado del territorio siciliano. I progetti di formazione e interazione studio-lavoro serviranno a contrastare l'eventuale degrado socio-economico

Palermo. Quaranta milioni di euro per favorire l´integrazione tra scuola e territorio. Li ha stanziati l´assessorato regionale dell'Istruzione e della Formazione per permettere lo sviluppo del progetto "Piano di intervento per le scuole collocate in zone di educazione prioritaria", un´iniziativa che coinvolgerà 250 scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio siciliano e che è stata discussa dall'assessore dell'Istruzione Mario Centorrino insieme al dirigente generale Patrizia Monterosso e ad una delegazione di presidi delle scuole individuate.
“È necessario considerare la scuola come una comunità capace di interagire col territorio - ha spiegato Mario Centorrino - superando l'autoreferenzialità, la visione settoriale, in una nuova ottica di lavoro di rete. Attraverso questo processo è possibile una progettazione integrata e il collegamento tra le scuole e le istituzioni nel territorio". I progetti di formazione e interazione studio-lavoro previsti dal piano, che serviranno a contrastare l'eventuale presenza di fenomeni di degrado socio-economico nelle aree in cui ricadono le istituzioni scolastiche interessate, saranno realizzati in collaborazione con il dipartimento
di Psicologia dell'Università di Palermo, con associazioni di volontariato e con altri enti no-profit che vorranno partecipare all'iniziativa.
P.Pi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati