Sanità, pronto soccorso a pagamento per i "codici bianchi"

Ad annunciarlo l'assessore regionale Massimo Russo, ospite del camper del Giornale di Sicilia: "Il ticket va costituito - dice - non se ne può fare a meno anche dal punto di vista economico"

Palermo. Pronto soccorso a pagamento per i malati meno gravi. L’assessore regionale alla Sanità Massimo Russo annuncia il provvedimento per i cosiddetti “codici bianchi”. E intanto, grazie alla razionalizzazione delle risorse e delle strutture ospedaliere, potranno essere ridotte anche le tasse come Irap e Irpef. Una scelta annunciata da Russo, ospite del camper del Giornale di Sicilia, davanti al nuovo pronto soccorso riservato ai codici bianchi dell’ ospedale Civico che ha puntato l’attenzione proprio sulla istituzione di un ticket per accedere ai servizi erogati dall’ospedale nel caso in cui al triage venga assegnato al paziente un codice bianco. Tutto questo secondo quanto prevede una legge nazionale, ha sottolineato l’ assessore: “Che ci piaccia o no – ha detto Russo – il ticket va istituito. Lo prevede una normativa nazionale e in Sicilia non possiamo farne a meno visto anche il periodo di fiacca economica. Nessuno potrà assegnare un codice verde anche quando non sarà necessario, nessuno potrà fare diventare il codice bianco di un altro colore per eluderlo. Altrimenti il sistema non potrà mai funzionare”. L’intervista completa all’assessore Russo e i particolari sul provvedimento oggi sulle pagine del Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati