Processo Perseo, il pentito Manno scagiona Aricò

Secondo il collaboratore di giustizia il deputato regionale del Pdl non pagò i voti, come invece avrebbe voluto Cosa Nostra

Palermo. Da quel candidato niente soldi. Nel verbale della deposizione del pentito Fabio Manno, depositao ieri nel processo Perseo, si ricostruisce un episodio della campagna elettorale regionale del 2008, emerso durante le indagini grazie ad una registrazione, che aveva portato ad un'indagine riguardante un voto di scambio tra Alessandro Aricò e del parlamentare dell'Udc Riccardo Savona. Aricò viene sostanzialmente scagionato dal pentito. Nei verbali pure la richiesta di soldi al ristorante "I Grilli" e all'impresa edile Sbeglia. Ulteriori dettagli nell'edizione odierna del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati