Furto di 280 milioni di litri d'acqua, 17 denunce nel Catanese

L'operazione, denominata "Bridge water", è stata effettuata dalla guardia di finanza: per sei anni i proprietari degli immobili si sarebbero collegati abusivamente alla condotta idrica di Belpasso

Catania. Diciassette proprietari di immobili nel comune di Belpasso (Ct) sono stati denunciati da militari della Guardia di finanza di Paternò per furto aggravato e continuato di acqua potabile. Secondo i finanzieri per sei anni si sarebbero allacciati abusivamente alla condotta idrica pubblica del paese appropriandosi di oltre 280 milioni di litri d'acqua. L'operazione, denominata "Bridge water", è il prosieguo di controlli fatti nell'ottobre dello scorso anno che avevano già portato alla denuncia di 12 persone. L'operazione prende il nome dai ponticelli di collegamento realizzati - con tubi flessibili in gomma o altro - fra la condotta idrica pubblica e le tubature delle abitazioni private senza l'installazione di un regolare contatore. Tra gli allacci abusivi venuti alla luce con l'aiuto di tecnici della società Acoset Spa quelli di un intero impianto sportivo (campi di calcetto e spogliatoi) e di oltre una decina di villette di un complesso edilizio attorniate da giardini e terreni. Allacciamenti abusivi sono stati anche scoperti in un intero condominio composta da villette a schiera, dove nell'ottobre dello scorso anno erano stati apposti i sigilli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati