Fincantieri, domani sciopero a Palermo

Palermo. Domani astensione dal lavoro straordinario a Palermo dei lavoratori Fincantieri e dell'indotto. Gli operai incroceranno le braccia e faranno di mattina un sit-in nei cantieri accanto allo stabilimento per protestare contro il rinvio dell'incontro fissato il 18 febbraio al ministero dello Sviluppo economico, dove era atteso da parte del governo l'annuncio di misure in difesa della cantieristica italiana.
"Ancora una volta l'incontro è saltato. Il ministro a dicembre si era impegnato ad alimentare la domanda di commesse pubbliche. La nave Florio, che il governo aveva garantito fosse assegnata a Palermo, dopo mesi di chiacchiere non è stata, invece, per niente affidata al nostro cantiere - dice il segretario Fiom Cgil di Palermo Francesco Piastra - sarebbe una commessa fondamentale per impedire che a marzo scatti la cassa integrazione nel cantiere navale".  "Lo sciopero - aggiunge - si rende necessario anche per il fatto che Fincantieri ha ceduto alcune aree a Fintecna e questo viene visto come un preludio dell'avvio del Prusst. Nei mesi scorsi abbiamo contrastato il progetto, che riteniamo incompatibile con l'attività cantieristica navale”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati