Doppio pronto soccorso al Civico di Palermo

Un pomeriggio nella nuova struttura del Civico di Palermo. Brevi le attese, ma nell'area emergenze si aspetta anche per ore

Palermo. Funziona il nuovo pronto soccorso riservato ai “codici bianchi”, ovvero ai casi senza urgenza, all’ospedale Civico di Palermo. Funziona ma l’obiettivo è quello di farlo funzionare meglio. Sì, perché se da un lato nel nuovo ambulatorio le attese sono al massimo di una ventina di minuti, dall’altro nell’area emergenze del Civico si aspetta anche per troppe ore. L’obiettivo dell’azienda ospedaliera adesso è quello di gestire al meglio l’assegnazione dei codici e di fare affluire più pazienti nelle sale riservate ai codici bianchi.
Ieri pomeriggio al nuovo pronto soccorso ha fatto tappa il camper del Giornale di Sicilia. Alle 17 circa c’erano solo 4 pazienti in attesa di essere visitati. Nel giro di un’ora l’ambulatorio si è svuotato e c’è chi ad esempio, come un ragazzo somalo di 19 anni, ha atteso appena un paio di minuti. Ma c’è anche chi era lì dalla mattina alle 10, perché registrato inizialmente con un codice verde.
“Il nostro obiettivo – ha detto Renato LI Donni – direttore sanitario del’azienda ospedaliera Civico – è quello di depotenziare i codici e fare accedere più pazienti al servizio riservato ai codici bianchi. Stiamo pensando, insieme al’Asp, di assegnare il codice bianco a tutti i casi che richiedono  consulenze oculistiche, otorinolaringoiatriche e dermatologiche”.
Il nuovo servizio è affidato a due medici dell’Asp, l’azienda sanitaria provinciale, e dagli infermieri del Civico. È attivo dalle 9 alle 15 e dalle 16 alle 20.
Domani un ampio reportage sulle pagine del Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati