Ungheria, "giovane mafioso" chiedeva pizzo agli studenti

Un ragazzo di una scuola media di 17 anni pretendeva dai suoi compagni 1.000 fiorini (3,7 euro) al mese a testa in cambio della promessa di non picchiare i più deboli

Budapest. Uno studente di scuola media di 17 anni ha raccolto il pizzo dai suoi compagni nel collegio, dove alloggiava in un comune dell'Ungheria dell'est.Il teenager pretendeva 1.000 fiorini (3,7 euro) al mese a testa in cambio della promessa di non picchiare i compagni più deboli, anzi di  proteggerli dai più forti. Il mafioso in erba teneva anche la contabilità delle entrate, ed è stato proprio il suo registro contabile a incastrarlo quando gli insegnanti l'hanno scoperto. Lo studente ricattava 28 dei suoi compagni in modo continuato. Il preside dell'istituto l'ha denunciato alla polizia, che lo ha arrestato. I compagni hanno testimoniato contro di lui. Secondo la polizia, oltre a essere espulso dalla scuola, potrà essere processato e condannato da tribunale di minorenni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati