Olimpiadi, nessuna medaglia per l'Italia

Deludente la quinta giornata dei giochi a Vancouver per i nostri colori. Da segnalare la febbre dell'hockey tutta canadese e il ritorno dello zar del pattinaggio, Evgeni Plushenko

Vancouver. Nessun acuto, nessuna medaglia per l'Italia, mentre il Canada festeggia il secondo oro. La quinta giornata di gare ai Giochi di Vancouver scorre senza lasciare il segno per gli azzurri: chi invece si gode il momento magico è proprio il Paese ospitante, che dopo aver sfatato la maledizione degli zero titoli olimpici in casa, raddoppia con il gradino più alto del podio. Stavolta pareggia i conti al femminile conquistando la medaglia più preziosa nello snowboard, specialità cross, con Maelle Ricker. Raffaella Brutto non va invece oltre le qualificazioni.     
Male anche Chiara Simionato, solo 25/a nei 500 metri del pattinaggio di velocità vinti dalla coreana Sang Kiwa Lee. E neppure lo slittino rosa incide: Sandra Gasperini chiude al 20/o posto nella gara dominata dalle tedesche Tatjana Huefner e Natalia Geisenberger, rispettivamente oro e bronzo, e dall'austriaca Nina Reithmayer, argento. E oggi tocca al doppio maschile, con due coppie azzurre a caccia di un po' di gloria: nelle ultime prove sulla pista ridotta dopo l'incidente mortale del georgiano Gerhard Plankensteiner, bronzo a Torino, insieme a Oswald Haselrieder si sono tenuti sull'ottava posizione, mentre Patrick Gruber e Christian Oberstolz, quarti, puntano alla medaglia. Nella serata si erano chiuse in ombra anche le prove di biathlon, con gli atleti dell'inseguimento uomini a occupare le retrovie (il migliore è stato Windish 53/o), e le donne della 10 km con la Ponza solo 51/a.     
Esordio deludente anche per i pattinatori di figura: al Pacific Coliseum il russo Evgeni Plushenko, campione in carica, ha chiuso come da previsioni in testa dopo il programma corto, inseguito dall'americano Evan Lysacek e a sorpresa dal giapponese Daisuke Takahashi. Sotto le aspettative la prova dell'azzurro Samuel Contesti, argento agli europei di Helsinki di un anno fa, che, complice anche una caduta si è fermato al 14/o posto. Più indietro il compagno di nazionale Paolo Bacchini 20/o. La festa è del Canada che dopo il secondo oro si aggiudica anche il match d'esordio dell'hockey: la nazionale dell'idolo di casa Sidney Crosby ha battuto la Norvegia 8-0. E domenica arriva il big match con gli Usa: si registra già il tutto esaurito e per le strade di Vancouver è corsa agli ultimi biglietti

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati