Frane nel Messinese, scuole allestite nelle tende

La continuità didattica nella zona di San Fratello, colpita dal dissesto geologico, sarà garantita grazie all'utilizzo di tensostrutture messe a disposizione della Protezione civile siciliana

San Fratello. La continuità didattica nella zona di San Fratello, colpita dal dissesto geologico, sarà garantita grazie all'utilizzo di tensostrutture messe a disposizione della Protezione civile siciliana. La decisione è stata presa dopo che l'assessore regionale all'Istruzione, Mario Centorrino, ha escluso l'utilizzo degli edifici scolastici. Le prime decisioni assunte dal gruppo di lavoro che coordina le fasi dell'operazione di ricovero degli sfollati riguardano l'assicurazione del rimborso delle spese affrontate per le sistemazioni temporanee; mentre è in corso un censimento degli appartamenti disponibili e a partire da domani i nuclei senza
casa vi si potranno sistemare. La protezione civile, intanto, ha avviato il controllo dei pozzi per valutare l'estensione e la profondità della falda acquifera nonché lo spessore dell'ammasso argilloso interessato da fenomeni di circolazione d'acqua. Il capo della Protezione civile nazionale Guido Bertolaso ha assicurato la sua presenza a San Fratello entro domenica. Il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, oltre ad avere deliberato, in sede di giunta, lo Stato di calamità per Messina e Palermo, ha avuto i primi contatti a Roma con i ministri per l'Ambiente e per lo Sviluppo economico per definire gli atti necessari all'ottenimento dei fondi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati