Arresti a Partinico, avviso di garanzia al cognato di Messineo

Sergio Sacco è accusato di avere ricettato alcuni automezzi rubati da persone vicine al clan Vitale

Palermo. Nell'ambito dell'indagine, condotta dai carabinieri di Monreale, che ha portato all'arresto di tre persone tra le quali il figlio del boss di Partinico Vito Vitale, Leonardo, i militari dell'Arma hanno notificato un avviso di garanzia con l'accusa di ricettazione a Sergio Sacco, cognato del procuratore della repubblica di Palermo Francesco Messineo.
Sacco è accusato di avere ricettato alcuni automezzi rubati da persone vicine al clan Vitale. Questa mattina i carabinieri hanno anche effettuato una perquisizione nell'abitazione e in un magazzino di Sacco.
Le vicende giudiziarie del cognato del procuratore, coinvolto in passato in inchieste di mafia nei mesi scorsi crearono non pochi imbarazzi a Messineo. Il caso finì al Csm che lo chiuse con una attestazione di stima nei confronti del magistrato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati