Sicilia, Cultura

Palermo, la croce lignea torna nella chiesa di Santo Spirito

Dopo un restauro durato circa sei mesi, l'effigie sacra verrà rimessa nella cappella del cimitero di Sant'Orsola. “Un gioiello della prima metà del XV secolo"

Palermo. Dopo circa sei mesi di restauro, torna alla sua collocazione originaria la croce dipinta della chiesa di Santo Spirito, detta “del Vespro”, nel cimitero palermitano di Sant’Orsola. Il delicato compito del restauro è stato affidato al laboratorio del Museo Diocesano di Palermo, coordinato da Mauro Sebastianelli, con la direzione scientifica di Maria Concetta Di Natale e l’alta sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Culturali di Palermo. “Un gioiello databile alla prima metà del XV secolo - dice Mauro Sebastianelli, consulente per la Conservazione e il Restauro del Museo Diocesano - attribuito al maestro del Polittico di Trapani, proveniente dalla chiesa di Santo Spirito, che si trova all’interno del nostro storico cimitero di Sant’Orsola. L’opera è certamente da ricondurre agli esempi di pittura legati al filone pisaneggiante o comunque toscano, diffuso nella Sicilia occidentale dalla fine del ‘300. Questo è l’ultimo di una serie di interventi di restauro svolti nel nostro laboratorio e condotti secondo i più aggiornati e rigorosi criteri scientifici”.
Grazie all’impegno dell’amministrazione dell’ente che gestisce il camposanto e alla collaborazione del Museo Diocesano, la croce lignea del XV secolo ha ritrovato il suo antico splendore. L’opera d’arte, con la sua storia e il suo restauro, verranno presentati al pubblico il prossimo 20 febbraio 2010 alle ore 11,30 nella chiesa del cimitero di Sant’Orsola e parteciperanno all'evento l’arcivescovo di Palermo, monsignore Paolo Romeo, il presidente dell’ente, Francesco Di Paola, il direttore del Museo Diocesano, monsignore Giuseppe Randazzo, Maria Concetta Di Natale e Mauro Sebastianelli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati