Olimpiadi, sci di fondo: argento di Pietro Piller Cottrer

L'azzurro, 35 anni, ha conquistato il secondo posto nella 15 chilometri dietro allo svizzero Cologna. E' la terza medaglia italiana ai giochi di Vancouver

Vancouver. I sogni d'argento di  Pietro Piller Cottrer si consumano nella festa che l'Italia  raccolta a Vancouver ha regalato al fondista vicecampione  olimpico. L'omaggio al campione della fatica che ha conquistato  l'ennesima medaglia della sua carriera e insieme sono arrivati  anche i soldi, 75.000 euro consegnati dal presidente del Coni,  Gianni Petrucci nella casa Italia di Whistler. E per Piller Cottrer non è ancora finita: "Sapevo che questa era la mia gara" ha ribadito, sottolineando che la medaglia non è stata affatto una sorpresa.    


Intanto, mentre continua la festa dei canadesi per il primo  oro dei Giochi in casa arrivato nel freestyle e in attesa dello  show dell'hockey, la terza giornata di gare ha assegnato nuove  medaglie: nel pattinaggio di velocità, lo sprint dei 500 metri  é affare tutto asiatico. L'oro, dopo una lunga pausa perché non funzionavano le macchine addette alla pulizia del ghiaccio  in pista, lo conquista il coreano Tae-Bum Mo festeggiando così  il suo 21esimo compleanno, davanti alla coppia di giapponesi,  fasciati nelle tute color oro, Keiichiro Nagashima e Joji Kato.  Solo 24/o l'azzurro Ermanno Ioratti. Anche nel pattinaggio di figura riservato alle coppie, gli azzurri Nicole Della Monica e Yannick Kocon non sono andati oltre il 12/o posto, complice qualche errore di troppo nella prova del libero: l'oro lo hanno conquistato i cinesi Shen Xue-Zhao Hongo. Lacrime, ma di gioia, per la campionessa asiatica. Snowboard a tinte nordamericane invece, con la specialità cross che va allo statunitense Seth Wescott davanti al canadese Mike Robertson. Degli azzurri si ferma ai quarti di finale Stefano Pozzolini (14/o), mentre erano stati eliminati prima Alberto Schiavon (21/o) e Federico Raimo (22/o). Le prime due manche della gara femminile di slittino non sorridono all'azzurra Sandra Gasparini 18/a.   
Armin Zoeggeler ha partecipato alla festa della Medal Plaza  per il bronzo conquistato alle spalle del duo tedesco: il  Cannibale ha parlato del suo futuro gettando più di qualche dubbio sulla sua partecipazione ai Giochi del 2014: "Sono fiero di questa medaglia, sto pianificando di gareggiare ancora la  prossima stagione, ma Sochi è davvero molto lontana". E il meteo mette a rischio anche la Supercombinata maschile in  programma. Sarebbe l'ennesimo stop di un'Olimpiade che continua  a fare lo slalom tra i problemi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati