Mafia, otto ordini di custodia per estorsione nel Trapanese

Le ordinanze del giudice delle indagini preliminari di Palermo rientrano nell'ambito dell'operazione denominata "Nerone". Gli indagati avrebbero minacciato e chiesto il pizzo a vari impreditori

Trapani. Per mafia, estorsioni e tentativi  di estorsione i carabinieri hanno notificato otto ordini di  custodia cautelare a mafiosi e presunti picciotti di Cosa nostra  nel trapanese nell'operazione denominata "Nerone". Le ordinanze del gip di Palermo riguardano Giovan Battista  Agate, 68 anni,  Giuseppe Barraco, 73 anni, Vincenzo Funari, 77  anni, Giuseppe Gennaro, 43 anni, Melchiorre Perrone, 45 anni,   Vincenzo Salvatore Onorio, 56 anni, Antonino Rallo, 58 anni,  già detenuto, Vito Vincenzo Rallo, 50 anni. Gli indagati avrebbero attraverso minacce e incendi chiesto il  pizzo a imprenditori trapanesi

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati