Palermo, il crollo delle nascite

Nel 2009 c'è stato il livello più basso degli ultimi 50 anni di natalità. Per il terzo anno consecutivo sono venuti al mondo nel capoluogo siciliano meno di 7000 bambini. In aumento invece il tasso di mortalità


Palermo. A Palermo le nascite nel 2009 si attestano al livello più basso degli ultimi 50 anni, per il terzo anno consecutivo sotto quota 7.000. È uno dei dati più allarmanti emersi dall’indagine appena pubblicata e condotta per conto del Comune di Palermo dal SISTAN (Sistema statistico nazionale) sulla popolazione residente nella città aggiornata fino  al 31 dicembre 2009. L’osservatorio ha incrociato i dati che descrivono il fenomeno del movimento naturale della popolazione e quello migratorio, rapportandoli con quelli del 2008. Così si è evinto che la popolazione residente è diminuita di circa 30.000 unità rispetto all’anno precedente, ed è pari a 656.061. In maggioranza sono le donne, il 52,6%. Non è però il solo primato che detengono: i decessi riguardanti il sesso femminile hanno superato quelli dell’altro sesso nell’ultimo anno. Nel complesso, comunque, le morti sono aumentate del 3,4 %. In diminuzione invece la presenza degli immigrati che sono 9.952. Tra questi considerati anche coloro che provengono dagli altri comuni della Provincia e che sono tra l’altro la maggioranza, il 44%. Numerosi anche quelli che provengono dalle altre regioni italiane, sono 2.493 mentre il 19% dall’estero. I palermitani che lasciano la città sono sempre meno. Di questi il 58% si trasferisce nella provincia e il 29% va nelle oltre lo stretto. Mentre sono solo 473 i cittadini che hanno scelto come dimora l’estero
Manuela Laiacona

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati