Glamour ad alta quota

Con le giornate che si allungano e con le abbondanti nevicate degli ultimi tempi, gli appassionati della montagna possono finalmente dare il meglio di sé, anche nell’abbigliamento…

La moda si trasferisce in alta quota: è ora di partire per la tanto amata settimana bianca. Sette giorni di puro relax, a metà anno, per liberare la mente dai vari problemi di lavoro, dallo stress quotidiano e da ogni altro tipo di tensione.
Con le  giornate che si allungano e con le abbondanti nevicate degli ultimi tempi,  gli appassionati della montagna possono finalmente dare il meglio di sé.
Molte le proposte di moda dedicate all’abbigliamento da montagna, capi così glamour da trasformare le più rinomate stazioni turistiche da Cortina a St. Moritz,  da Gstaad a Aspen, in una sorta di passerella della moda.
Non solo marchi storici dello sport del calibro di Colmar, Napapijri, Kjus, North Face o Arcteryx, ma anche grandi griffe come Louis Vuitton, Chanel, Armani, Gucci, Prada, Burberry, tanto per citarne alcuni, ormai da tempo orientano le loro collezioni anche nel settore dei capi invernali per contendere la leadership ai grandi del settore.
Grazie a questi marchi il freddo ha finalmente smesso di porre dei confini all’eleganza, anzi diventa una deliziosa occasione per vantare splendidi e caldi capi fashion che, per l’occasione, si abbelliscono di nastri e paillettes, così come gli accessori: grandi e spaziose borse impermeabili, guanti bordati di pelliccia, lunghe e morbide sciarpe fascianti e cappelli sempre più ricercati e raffinati.
Sono lontani i tempi dei classici piumini imbottiti, ingombranti e che  penalizzano la silhoutte. I nuovi piumini sono caldi, ma sinuosi nelle linee e così versatili  da poterli continuare a indossare anche al rientro in città.
Capi fashion, ma funzionali al tempo stesso, realizzati con materiali hi-tech e tessuti traspiranti, assorbenti, idrorepellenti, leggeri, ma sottili, caldi e resistenti.
Ma c’è un capo che non passa mai di moda e che da qualche anno è tornato alla ribalta non solo sulle piste da sci ma anche nella vita di tutti i giorni: il Moncler, l’antifreddo per eccellenza, sintesi perfetta tra tecnica e design, un vero e proprio pezzo “must have” per difendersi dalle basse temperature.
Sempre leader nella moda d’avanguardia e fedele alla tradizione artigianale degli articoli di pelletteria di lusso, Louis Vuitton quest’anno, per le amanti della neve, e non solo,  ha pensato di ripararci dalle basse temperature coprendoci con stile grazie al paraorecchie  in visone intarsiato con il celebre motivo Leopard, mentre Chanel ha addirittura firmato sci e tavole per lo snowboard. Moon Boot, immancabile quando si parla di neve, ha pensato, invece,  ai doposci laminati da vere regine delle nevi.
Cambia la strategia, ma l’obiettivo resta sempre lo stesso: non passare mai inosservati neanche a meno zero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati