Palermo, intimidazione ad un ex consigliere dell'Amia

La Procura di Palermo indaga su un'intimidazione subita dall'avvocato Paola Barbasso: Lunedì notte è stato appiccato il fuoco alla sua abitazione di Trappeto. Ad ottobre il legale aveva subito un analogo attentato

Palermo. La Procura di Palermo indaga su  un'intimidazione subita dall'avvocato Paola Barbasso, ex  componente del consiglio di amministrazione dell'Amia, l'ex  municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo.  Lunedì notte è stato appiccato il fuoco alla sua abitazione di  Trappeto. Ad ottobre il legale aveva subito un analogo  attentato. Sulla vicenda indagano i carabinieri, coordinati dal pm  Maurizio Agnello, che hanno trovato una serie di lettere di  minacce indirizzate alla donna che sarebbero legate alla sua  attività di consigliere dell'Amia. Barbasso è tra le persone finite sotto processo per presunti  falsi in bilancio commessi dai dirigenti e dal cda dell'ex municipalizzata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati