Marano (Fiom): preoccupati per i 400 lavoratori di Numonyx

I sindacati chiedono alla Regione di essere convocati al più presto

Catania. "Nel 2007 abbiamo espresso la nostra contrarietà alla cessione del rampo d'azienda della Stmicroelectronics che ha portato alla creazione di Numonyx. Oggi, alla luce della cessione a Micron Technology appena annunciata, le nostre preoccupazioni si rivelano fondate". Lo afferma Giovanna Marano, segretario generale della Fiom-Cgil Sicilia, che lancia "l'allarme per il destino dei 400 lavoratori siciliani della Numonyx".
"Non conosciamo le condizioni dell'accordo relative ai dipendenti nell'Isola - si legge in una nota del sindacato - né Stm ha annunciato con quali modalità ed in quali tempi avverrà il processo. STMicroelectronics, prima grande multinazionale presente in Sicilia e con il sito produttivo più grande, sta per concludere un contratto di programma con il ministero per lo Sviluppo economico - osserva Giovanna Marano - ma la chiusura del contratto dovrà essere temporaneamente sospesa perché riteniamo necessario avere prima tutte le informazioni e le garanzie relative ai 400 lavoratori della Numonyx, senza le quali il sindacato non potrà condividere nessuna delle scelte oggi in programma. Pertanto - conclude il segretario della Fiom Cgil - chiediamo anche all'assessorato all'Industria della Regione Siciliana, di essere convocati al più presto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati