Mafia di Enna, sette arresti

L'ordinanza emessa in seguito a una sentenza dei giorni scorsi. Gli imputati condannati, a vario titolo, per estorsione, furti, danneggiamenti e detenzione di armi

Enna. Provvedimenti restrittivi emessi dal  Tribunale di Enna, su richiesta della locala Procura della Dda di Caltanissetta, sono stati eseguiti dalla squadra mobile nei confronti di sette presunti appartenenti ai vertici di Cosa nostra. L'ordinanza è stata emessa in seguito a una sentenza di un processo antimafia.
La polizia ha arrestato Pasquale Mingrino, di 44 anni, e notificato provvedimenti in carcere a sei persone già detenute: Gaetano Leonardo, di 59 anni, Sebastiano Gurgone, di 58, Salvatore La Delia, di 59, Francesco La Rocca, presunto boss di San Michele di Ganzaria, di 72 anni, Giancarlo Amaradio, di 32, e Santo Nicosia, di 42 .
I sette imputati sono stati condannati, a vario titolo, con pene comprese tra due e 17 anni di reclusione per estorsione, furti, danneggiamenti e detenzione di armi con l'aggravante di agevolato l'attività di Cosa nostra.
I provvedimenti sono stati eseguiti dalla polizia tra Enna, Caltanissetta, Agrigento, Milano, Cuneo e la provincia di Avellino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati