Bertolaso, Berlusconi respinge le dimissioni: "Chiarirà ogni cosa"

IIl capo del Governo ha preso la decisione dopo un consiglio dei ministri durato pochi minuti. "Fiducia a lui, ma nessuna interferenza con la magistratura"

Il premier Silvio Berlusconi, in consiglio del ministri, ha detto di voler respingere le dimissioni presentate dal Capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Vi informo che Guido Bertolaso ha deciso di rassegnare le dimissioni ma, io propongo di respingerle”. Ha detto  Berlusconi aprendo la riunione del Consiglio dei ministri, durato qualche minuto. Proposta, quella del presidente del Consiglio, accolta con un applauso corale dei presenti.  Il tutto è stato confermato da Gianni Letta, che in conferenza stampa ha raccontato i risvolti. "Ci tenevo a raccontarvi ciò che è successo or ora in Consiglio dei ministri", ha spiegato Letta con al fianco il ministro della Giustizia Angelino Alfano.  "Alla ripresa del Cdm - ha proseguito il sottosegretario -, il presidente del consiglio ha informato i ministri che il sottosegretario Bertolaso, ha detto proprio così, 'con la sensibilità consueta e con la generosità che gli conosciamo ha immediatamente messo a disposizione del presidente tutti gli incarichi, sia quello di sottosegretario che di quello di capo della Protezione Civile'".    "Naturalmente - ha proseguito Letta - il presidente ha detto che ringraziava Bertolaso per questa disponibilità, ne coglieva la grande dedizione alle istituzioni e il senso dello Stato che lo portava a dare quella disponibiltià, ma non riteneva assolutamente di doverle cogliere o tantomeno di invitarlo alle dimissioni. Senza interferire naturalmente con la magistratura". Berlusconi, ha sottolineato Letta, "E' sicuro che Bertolaso potrà chiarire ogni cosa: è coinvolto marginalmente in un'inchiesta che riguarda altre persone, e si augura che lo faccia al più presto nel rispetto delle istituzioni e quindi chiede a Bertolaso di continuare a dare, non tanto al governo, quanto al Paese e all'Italia quel contributo straordinario di intelligenza, di dedizione, di impegno e di fatica con i quali ha raggiunto in questi risultati straordinari".  "Il presidente del Consiglio Berlusconi non aveva finito di parlare che il Consiglio è esploso in un applauso lungo, sentito e convinto: quell'applauso era non solo la testimonianza della fiducia del governo a Bertolaso, ma anche  dell'apprezzamento di tutti quelli che sono investiti di pubbliche responsabilità per quello che questo straordinario servitore dello Stato ha fatto in questi anni e mi auguro continui a fare per tanti anni ancora a beneficio del nostro Paese" 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati