Smog, a Palermo superati i limiti

In piazza Castelnuovo valori delle polveri sottili oltre la soglia imposta dalle legge. Pronto il piano con targhe alterne in tutta la città e limitazioni nel centro storico

Palermo. Stamattina, quando il camper del Giornale di Sicilia è arrivato alle in piazza Castelnuovo, la centralina di rilevazione delle polveri sottili dell’Amia segnava 28 microgrammi per metro cubo di polveri sottili nell’aria. Dopo venti minuti il valore era già raddoppiato, arrivando a 56 microgrammi. Nel giro di pochi minuti, dunque, complice anche la bella giornata di sole, il valore aveva già sforato i limiti stabiliti per legge. Il limite è di 50 microgrammi.
E il primo provvedimento da parte dell’amministrazione comunale per fronteggiare l’emergenza smog è quella delle targhe alterne in tutta la città. Le limitazioni al traffico partiranno a fine mese. «Nel frattempo saranno tenuti d’occhio i dati delle centraline che negli ultimi giorni hanno fatto segnare dei preoccupanti sforamenti, nonostante i giorni di pioggia. E se sarà il caso si applicherà anche la chiusura del centro storico nei giorni festivi», come ha spiegato l’assessore comunale all’Ambiente, Mario Parlavecchio.
Ulteriori dettagli su smog e targhe alterne, oggi nelle pagine del Giornale del Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati