Test Motogp: Rossi parte a razzo

Il nove volte campione del mondo subito davanti a tutti con la sua Yamaha. Staccati i principali rivali. Problemi per Simoncelli e Melandri

Il caldo è il principale indiziato nell'andamento del primo giorno di test sul circuito di Sepang in Malaysia. Valentino Rossi inizia bene l'anno con il miglior tempo di giornata in 2.01.411, mettendosi alle spalle il rivale della Ducati, l'australiano Casey Stoner staccato di 5 decimi dal Dottore. Terzo lo statunitense Colin Edwards (Yamaha), seguito da Loris Capirossi (Suzuki).   Le prove, cominciate alle 9.00 ora locale, le 2.00 in Italia sono iniziate con una temperatura di circa 30 gradi, che sono diventati oltre 37 nelle ore centrali della giornata, fino alle 16.30 quando ha iniziato a piovere. In quel momento si è chiuso il primo giorno di prove pre campionato della stagione 2010, ma poco prima i meccanici ai box registravano più di 50 gradi sull'asfalto.    Nelle prove Rossi non ha incontrato difficoltà, Stoner nemmeno, a parte un po' di 'chattering' e la sensazione di non riuscire a capire, a causa dell'asfalto bollente, le reazioni della moto alle sue modifiche.    Contento anche Capirossi, alle prese con un nuovo telaio Suzuki più flessibile ed in grado di offrire maggiore aderenza, che lo aveva già soddisfatto nei test invernali, con il freddo, in Europa.    Poco prima dell'arrivo della pioggia miglioravano anche lo spagnolo della Honda Dani Pedrosa e soprattutto il connazionale debuttante con la Ducati Hector Barbera, che si infilava tra i primi dieci, di poco più lento del compagno di marca, il finlandese Mika Kallio, e davanti all'altro iberico Aleix Espargarò: tre Ducati una in fila all'altra e, complessivamente cinque moto di Borgo Panigale nei primi undici.    Subito dietro il texano Ben Spies che, come aveva già fatto in occasione del Gran premio di Valencia, se l'é presa calma, lavorando con metodo e senza correre rischi inutili. In difficoltà la coppia del team Gresini, con Marco Simoncelli che ha fatto meglio del compagno di squadra Marco Melandri.    Se Simoncelli si è lamentato di non avere confidenza con l'avantreno, Melandri da parte sua ha ammesso di avere imboccato "una strada completamente sbagliata". Proverà a rifarsi domani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati