Estorsione a Palermo, condannati i taglieggiatori dell’Antica focacceria

In appello pena più leggera di due anni per Francolino Spadaro. Confermati 11 e 10 anni per Giovanni Di Salvo e Lorenzo D’Aleo

Palermo. La corte d'appello di Palermo ha condannato, complessivamente, a 35 anni di reclusione, per estorsione aggravata, tre boss palermitani accusati di avere taglieggiato il titolare dell'Antica Focacceria San Francesco di Palermo, Vincenzo Conticello.
Franco Spadaro, detto Francolino, boss del quartiere Kalsa, ha avuto 14 anni; in primo grado ne aveva avuti 16. Rispettivamente a 11 e 10 anni sono stati condannati Giovanni Di Salvo e Lorenzo D’Aleo ai quali sono state confermate le pene del primo verdetto. Conticello denunciò la richiesta di pizzo e permise l'arresto dei tre mafiosi. In aula ha ripetuto le sue accuse.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati