Sciopero Fiat, a Mirafiori adesione 50%

Un corteo di alcune centinaia di lavoratori è uscito dalla Porta 2, quella delle Carrozzerie. Altri presidi di lavoratori ci sono davanti alla Porta 17, quella delle Presse, e alla Porta 20 delle Meccaniche

Torino. È stata del 50%, con punte del 70% tra gli operai, secondo la Fiom, l'adesione dei lavoratori dello stabilimento di Mirafiori allo sciopero indetto oggi in tutto il gruppo contro la chiusura di Termini Imerese e il piano per l'auto. Un corteo di alcune centinaia di lavoratori - sempre secondo quanto riferisce la Fiom - è uscito dalla Porta 2, quella delle Carrozzerie. Altri presidi di lavoratori ci sono davanti alla Porta 17, quella delle Presse, e alla Porta 20 delle Meccaniche.
"I lavoratori di Mirafiori - commenta il segretario generale della Fiom torinese, Giorgio Airaudo - hanno capito che è a rischio l'intero comparto dell'autoveicolo. Bisogna costringere la Fiat a investire in Italia e a produrre l'auto elettrica. Il governo non si può limitare a farsi ricattare sugli incentivi ma deve avere una propria idea autonoma sul futuro dell'auto".
A Torino le organizzazioni sindacali hanno deciso modalità diverse dello sciopero: dalle 9 alle 13 per la Fiom e per l'Ugl, dalle 10 alle 14 per Fim, Uilm e Fismic e tutto il giorno per i Cobas.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati