Lombardo: "Le Figaro rettifichi o lo quereliamo"

Il governatore siciliano annuncia possibili azioni legali nei confronti del quotidiano francese che ieri aveva criticato gli stipendi dei funzionari regionali

Roma. "Se non rettificheranno la loro lettura adiremo alle vie legali". Lo ha detto a margine di un'audizione alla Camera il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, annunciando possibili azioni nei confronti del quotidiano francese Le Figaro che ieri aveva puntato il dito in un articolo contro gli stipendi giudicati troppo alti dei funzionari e dei dipendenti della Regione siciliana.
"Le Figaro - ha detto Lombardo - ha scritto sciocchezze clamorose. Gli stipendi dei nostri dipendenti aumentano sulla base degli adempimenti contrattuali e dei dati Istat: nient'altro che questo. Anzi noi abbiamo bloccato le assunzioni anche nelle aziende collegate e controllate, e questa - ha concluso - è una cosa mai successa prima".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati