Scatti con Di Pietro, il legale di Contrada: mai avuto pressioni su foto

Catania. Bruno Contrada "non ha mai avuto rapporti d'ufficio o personali con Antonio Di Pietro", lo ha "incontrato una volta sola, in una caserma dei carabinieri a Roma" e di quella riunione "conserva diverse foto nel suo album personale" e "nessuno gli ha fatto pressioni per farle sparire". Lo ribadisce l'avvocato Giuseppe Lipera, legale dell'ex numero 3 del Sisde, che sta scontando agli arresti domiciliari a Palermo una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno all'associazione mafiosa, commentando le foto pubblicate dal Corriere della Sera.
"Contrada ha ricordato - aggiunge il penalista - di avere incontrato una volta (ed è stata la prima ed unica volta) Antonio Di Pietro. L'incontro il 15 dicembre del 1992 nella caserma del reparto operativo dei carabinieri di Roma a una cena per lo scambio degli auguri di Natale su invito del colonnello Tommaso Vitagliano, in via Selci. Di quell'incontro – conclude l'avvocato Lipera - Contrada possiede delle foto: furono scattate da appartenenti all'Arma, alcune delle quali gli furono  inviate nei giorni successivi dal colonnello Vitagliano".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati