Il legale di Dell'Utri: "Ciancimino vuol preservare il patrimonio"

L'avvocato del senatore replica alle dichiarazioni fatte dal figlio dell'ex sindaco di Palermo: "Vuole accreditarsi presso la Procura"

Palermo. "Massimo Ciancimino prova a fare ciò che non è riuscito a fare suo padre: cioè accreditarsi presso la Procura di Palermo, vendendo un prodotto che non ha, per potere preservare in modo concreto il patrimonio, sicuramente ingente, che detiene all'estero".
Così l'avvocato Giuseppe Di Peri, legale del senatore Marcello Dell'Utri ha replicato alle dichiarazioni fatte, al processo Mori, da Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco di Palermo, Vito.
Il testimone, all'udienza di oggi, ha sostenuto di avere saputo dal padre che Dell'Utri aveva rapporti diretti col boss Bernardo Provenzano e che, dopo l'arresto del capomafia Totò Riina, il politico prese il posto dell'ex sindaco nella conduzione della cosiddetta trattativa tra Stato e mafia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati