Pomigliano, partono i corsi di formazione per 36 precari

Contributi di 600 euro per sei mesi per ciascun operaio. I lavoratori però restano in presidio permanente nell'aula consiliare del comune napoletano

Pomigliano d’Arco. Sono cominciati oggi i corsi di formazione di sostegno per i 36 ex lavoratori dello stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco (Napoli), organizzati dalla Regione Campania, che prevedono contributi di  600 euro per sei mesi per ciascun operaio.
I lavoratori, però, non hanno lasciato l'aula consiliare del comune di Pomigliano d'Arco, dove sono in presidio permanente dallo scorso 16 dicembre, per protestare contro il mancato rinnovo del contratto, scaduto a fine anno. "Venerdì - spiega Franco D'Isanto, rsu della Uilm - saremo di nuovo a Roma in occasione del previsto incontro tra azienda, Governo e sindacati, durante il quale si discuterà anche di questi giovani che hanno perso il lavoro. La protesta sarà pacifica come la scorsa settimana, ma non abbiamo intenzione di demordere". Gli operai sono stati divisi in tre gruppi di 12 persone, e frequenteranno i corsi di 18 ore settimanali al centro direzionale a Napoli. Stamattina il primo gruppo ha lasciato la sala consiliare per farvi ritorno alla fine delle lezioni. Domani sarà la volta del secondo gruppo, e poi del terzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati