Pensionato spaccia coca a Firenze: 500 euro non mi bastano

Firenze. Sorpreso a 70 anni a spacciare cocaina, si è giustificato con il giudice, che ne ha convalidato l'arresto, dicendo che 500 euro di pensione non gli bastano per mantenersi. È successo a Firenze. L'uomo, già conosciuto alle forze dell'ordine per vecchie denunce, sembra anche per droga, è stato fermato prima di recarsi a un appuntamento con il fornitore, un 56enne incensurato, a sua volta arrestato, in una pizzeria del Campo di Marte.
Quando i carabinieri lo hanno perquisito, gli hanno trovato  800 euro in contanti, da consegnare a saldo di una precedente partita, e un paio di grammi di cocaina. Nel suo appartamento, nascosti nel barattolo della farina, c'erano altri 30 grammi.
Nell'udienza di convalida dell'arresto il pensionato ha detto al giudice che con la pensione minima, 500 euro al mese, non è in grado neppure di pagare l'affitto di 700 figuriamoci le altre spese. Per questo, ha confessato, cerca di arrotondare con spacciando droga. Una giustificazione di cui il giudice però non ha tenuto conto, confermando l'arresto. Sia lui che il suo fornitore sono ora agli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati