Mariga all'Inter, Biava alla Lazio

I colpi dell'ultima giornata della sessione invernale del calciomercato. La Fiorentina prende l'attaccante Keirrison

Roma. Ultime convulse battute di mercato, e a vincere è ancora l'Inter. Dopo Pandev, affare più indovinato di tutta la 'finestra' di gennaio e non solo in chiave nerazzurra, arriva alla corte di Mourinho il keniano del Parma McDonald Mariga, un centrocampista per il quale il Manchester, su consiglio di Roberto Mancini, sembrava deciso a fare un investimento. Ma alla fine i 'Citizens' hanno deciso di puntare sulla 'speranza' inglese Adam Johnson, 22 anni, del Middlesbrough, così Mariga è finito a Milano, dove colmerà il vuoto lasciato da Patrick Vieira, passato proprio al Man City.
In realtà l'Inter, davvero insaziabile, avrebbe preferito Ledesma, ma Lotito non ha voluto cedere il suo 'dissidente' argentino. Lo avrebbe dato a Moratti solo per dieci milioni di euro in contanti, ma la risposta è stata negativa e i campioni d'Italia hanno scelto un'altra soluzione. Il tutto in attesa di nuove conquiste destinate ad arrivare dalla prossima stagione, 2010-2011, quando vestirà la maglia nerazzurra il fuoriclasse del futuro, quel Philippe Coutinho rimasto a dare spettacolo in Brasile perché ancora minorenne. Ma l'Inter ha operato anche in uscita, perché proprio oggi, senza bisogno di fare lo scambio con Jankulovski, si è materializzato il trasferimento di Amantino Mancini al Milan. E' un giocatore che può far comodo a Leonardo, se ritorna quello di Roma, la paura degli interisti è che si riveli l'ennesimo affare tutto a vantaggio dei cugini, com'é già successo con Pirlo e Seedorf (ma non con Ronaldo).
L'altro colpo del mercato di gennaio dovrebbe averlo fatto la Roma con Luca Toni, infortuni permettendo. Il ds Daniele Pradé, ottimista per natura, si dice soddisfatto da questo mercato invernale ma non è riuscito a trovare acquirenti seri che avrebbero permesso alla Roma di liberarsi di ingaggi pesantissimi come quelli di Cicinho e Julio Baptista. Nessuna offerta seria anche per Jeremy Menez, che la Roma a suo tempo ha pagato dieci milioni e mezzo di euro e quindi non vuole svendere. Rimane quindi a Trigoria, così come Alessio Cerci, mentre Stefano Okaka, nonostante il gol di tacco di ieri, è volato a Londra in csa Fulham. Al suo posto, come possibile riserva del reparto avanzato, Pradé ha preso lo sconosciuto 'puntero' dello Sri Lanka Panushanth Kulenthiran, un carneade alla Zamblera.
Più conosciuto è sicuramente Keirrison, brasiliano su cui la Fiorentina punta per sostituire il sospeso Adrian Mutu. Questo ragazzino che in patria veniva paragonato a Pippo Inzaghi nel Coritiba e nel Palmeiras ha fatto sfracelli, poi però si è improvvisamente fermato. Guardiola, che pure crede nei giovani, non lo ha ritenuto pronto per il Barcellona, e il prestito al Benfica si è rivelato un fallimento. Corvino, che questo giocatore lo ha seguito a lungo in alternativa a Nilmar (poi finito al Villarreal) continua comunque a crederci.
La Juve dopo Paolucci e Candreva non ha fatto altre operazioni e pensa più al futuro allenatore, mentre la Lazio è il club che più si è dato da fare, freneticamente, in questo ultimo giorno. Lotito, che non ha più dato Baronio al Bologna e che anche oggi ha provato a cedere Ledesma al Genoa (l'argentino gli ha ribadito il suo rifiuto), ha rinforzato il centrocampo con il nazionale tedesco Hitzlsperger e ha preso Biava per la difesa e tre extracomunitari in un colpo solo: Eguren (i contratti erano già stati firmati, con tanto di provvigione pagata all'agente Fifa che ha fatto da intermediario), il ragazzino israeliano Golasa e il difensore brasiliano André Dias. Come farà a tesserarli tutti, visto che non è riuscito a cedere Makinwa all'estero, rimane un mistero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati