Operaio perde il posto, si dà fuoco e muore a Bergamo

Bergamo. Si è ucciso dopo aver perso il lavoro, scegliendo - per andarsene - un modo atroce: Sergio Marra, 36 anni, operaio bergamasco, che ieri mattina si era cosparso di benzina, dandosi fuoco a Brembate (Bergamo), è morto all'alba nel Centro grandi ustionati di Verona, dov'era stato ricoverato in fin di vita. La perdita del posto l'avrebbe spinto a farla finita.
Marra viveva a Bergamo insieme con la moglie; fino a novembre lavorava come operaio in una piccola azienda di Zingonia (Bergamo), che poi è fallita, costringendolo a casa. La perdita del lavoro lo ha distrutto, facendolo cadere in depressione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati